Lettiera per cavalli

Lettiera per animali

Unita` di confezionamento

sacchi da 20 kg
bancale da 27-30 sacchi
max carico camion 990 sacchi

IL PRODOTTO E` DEPOLVERIZZATO E DEBATTERIZZATO

Come deve essere una buona lettiera?

Scegliere e utilizzare la lettiera ha la stessa importanza e tradizione come scegliere una buona sella.

Qualsiasi possessore di cavalli ha le sue preferenze: sono persone che ci tengono ad una lettiera per motivi di odore della segatura di cedro mentre altri possessori preferiscono utilizzare la paglia e ci sono altri che invece preferiscono la torba con grande capacità di assorbimento, anche se in questo caso un ecologista devoto non sarebbe tanto contento.

Vediamo cosa significa una buona lettiera!

Gli specialisti Centro di ricerca per Equitazione di Ontario in Canada, hanno analizzato attentamente cinque tipi diversi di lettiere. La più importante caratteristica studiata è stata l’assorbimento dell’umidità, poiché tale caratteristica ha un fondamentale ruolo nel prevenire la comparsa della muffa e la legatura del gas di ammoniaca che irritano le vie respiratorie (raggiungendosi a gravi malattie delle vie respiratorie). Una buona lettiera è, oltre a quanto indicato sopra, priva di polvere e pulita o a limite contiene polvere in piccole quantità, questo perché la polvere può provocare problemi a livello delle vie respiratorie. Da non trascurare la proprietà di questo tipo di lettiera che, mischiato col letame, diventa facile da pulire per il curatore, tenendo conto del fatto che la lettiera, se densa e pesante, tende di incollarsi, rendendo difficile la pulizia.

Quale tipo di lettiera dobbiamo scegliere?

Poiché la carta ha la migliore proprietà di legare l’umidità, proteggendo nel miglior modo i cavalli dall’ammoniaca, che non solo ha un brutto odore ma è sopratutto malsano. La lettiera in carta si rende vantaggiosa anche dal punto di vista della muffa, ma solo se la lettiera viene sempre rimossa insieme al letame. Però nessuno mette insieme l’allevamento dei cavalli con la lettiera in carta perché la capacità supplementare della carta di assorbire l’acqua conferisce un peso i più alla lettiera.

Siccome il peso della carta aumenta del 900% quando diventa umida, cambiare la lettiera diventa come una palestra per il curatore. In paragone a questo tipo di lettiera, gli altri sono più leggeri, anche se la capacità di assorbimento dell’umidità non si avvicina nemmeno alla capacità di assorbimento della carta. Il peso delle fibre di canapa aumenta del 400%, quello della torba del 300% e quella della segatura del 250%. Ecco il motivo per cui molti utilizzano la segatura per la lettiera.

La muffa insidiosa

Se analizziamo solo la muffa, la sua presenza e la quantità, nessuno più sceglierebbe la paglia perché le paglia costituisce l’ambito di vita perfetto per la muffa. La maggiore quantità di muffa compare nel fieno o nella paglia durante la legatura delle balle. La muffa si estende ancora di più quando la paglia viene depositata in luoghi umidi. I curatori ingenui di animali credono che annusando se ne possono accorgersi del grado di umidità delle balle. Tali trucchi sono invece inutili perché nel caso della paglia una cosa è certa: contiene spore di muffa.

Cosa succede se l’animale mangia la lettiera?

Alcuni cavalli o manzi mangiano dalla lettiera in paglia o fieno come se fosse un dessert è ciò non è considerato una tragedia se la quantità consumata non è esagerata. Invece diventa un problema se l’animale mangia in modo sistematico metà della lettiera perché in questo modo si aumenta anche il consumo di acqua. Tale consumo aumentato può provocare problemi di digestione perché a fine conti anche un cavallo ha i suoi limiti.

Allora, visto quanto sopra, la migliore lettiera sembra essere quella in segatura

I nostri prodotti sono ottenuti esclusivamente da legno soffice, in conformità agli standard europei aggiornati, sono igienici e allo stesso tempo semplici e naturali.